menu Shadi Salukis La loro storia Attività Cuccioli Photogallery Standard del Saluki Links Guestbook e varie email Index  
La loro storia

(segue dalla pagina precedente)
Un giorno un amico, allevatore di Terranova, mi disse che quello "strano cane" che portavo in giro era in realtà un soggetto "originale" di una razza molto rara in Italia: il SALUKI!!! Venne però il brutto giorno in cui dovetti aiutare il mio amato cockerino ad addormentarsi per sempre. Il distacco mi provocò una strana reazione: io che da sempre avevo amato i cani (di tutti i tipi), mi trovavo inspiegabilmente a rifiutare qualsiasi tipo di cane, non solo quelli che incontravo per strada ma perfino la giovane Semira che viveva con i miei e che quando mi incontrava cercava un contatto che immancabilmente io rifiutavo. Uno strano meccanismo che meravigliò e… preoccupò forse anche i miei che, allora, lanciarono l'idea di far accoppiare Semira.

Più per fare un piacere a loro che per un interesse mio, mi rivolsi al mio amico allevatore di Terranova che mi procurò il recapito di una allevatrice di Saluki che all'epoca viveva a Roma. La Signora molto cortesemente volle incontrarmi e conoscere Semira e fu così che mi iniziò nel mondo dei Saluki, spiegandomi intanto che la mia aveva delle caratteristiche un po' diverse dai suoi Saluki e da quelli che si incontravano in esposizione in quanto originaria dell'Iraq e non frutto di incroci tra Saluki già selezionati. Mi consigliò di portarla ad una esposizione per farla riconoscere ufficialmente "Saluki" ed iniziare una genealogia con SEMIRA capostipite.

I Saluki originali non hanno pedigree in quanto le genealogie nel loro Paese vengono tramandate oralmente. Il discorso era affascinante, l'impresa di iniziare una genealogia che partendo da una prima generazione LIR, solo alla quarta generazione poteva raggiungere un pedigree LOI era un po' meno affascinante … anzi proprio contro ogni tentazione! Eppoi io volevo solo accontentare i miei che … "si erano messi in testa di avere dei cuccioli da Semira"…!!!
Ci fu il riconoscimento in LIR ed anzi iscrissi SEMIRA anche a qualche altra esposizione ottenendo comunque un costante decoroso Molto Buono. La allevatrice di Saluki mi dette un suo maschio campione, BLACKMAIL, per fare la "sospirata" cucciolata!
Semira e cuccioli
Semira e cuccioli
Arrivò il 28 marzo 1990, Semira, nonostante fosse tutto pronto per il parto in un angolo predestinato di casa, VOLLE partorire nella mia stanza … anzi avrebbe voluto sul mio letto … ma la convinsi a scendere improvvisandole un comodo, morbido giaciglio per il suo lieto evento. Non so se per la sua dedizione e dolcezza nella cura dei cuccioli o per il fascino di quei 7 "sorcetti" di tutti i colori, cominciai ad appassionarmi e inconsciamente a fissare un caposaldo nella mia vita: mai più senza un SALUKI!

Scoprii il fascino del Saluki non nella sua bellezza (come sento spesso dire) bensì nel suo carattere: fiero, dignitoso, diffidente ma anche tanto affettuoso, consapevolmente "birichino", simpatico, sempre presente pur nella sua silenziosa pigrizia, sempre attento ad ogni parola o movimento anche quando sembra completamente assente o addormentato…
I cuccioli crescono
Cuccioli crescono
Cresce la cucciolata di SEMIRA (Uhaimir, Amin, Adham, Anisah, Ashraf, Alam, Tahira), Uhaimir (Rossa) e Amin (Principe) vengono scelti da miei amici. Uhaimir (chiamata poi in famiglia LIZ, anzi Lizzetta) era svelta, simpaticissima, una specie di "distinto scoiattolo" ma purtroppo, nonostante le regolari vaccinazioni, a otto mesi si ammala di cimurro e benché amorevolmente curata ed assistita in tutti i modi, si addormenta per sempre stremata dalla malattia e dalle forti cure.
Pensai allora di ricomprare una sorella di LIZ (che tra l'altro non mi piaceva come era andata a finire!) per mandarla nella stessa famiglia.

Adham (ribattezzata SHADI = Felicità) andò così a prendere il posto di Liz, anche se con un carattere completamente opposto: tranquilla, smisuratamente dolce e pacifica. SHADI tra l'altro crescendo sviluppava sempre più caratteristiche proprie dei Saluki "da standard" e fu così che iniziò a frequentare i rings conseguendo il diploma di Giovane Promessa ENCI ed iniziò anche a partecipare ad incontri amatoriali di Coursing e Corse (andavo quasi ogni mese nel Triveneto per farla allenare e spesso a Castiglionfibocchi -AR).

Finchè un giorno gli amici della Società Triveneta Corse mi consigliarono di portarla a Kleindottingen (Svizzera) per conseguire la licenza di corse e coursing. Fu così che SHADI (LIR 2a generazione) a nemmeno due anni si trovava Giovane Promessa ENCI (unico riconoscimento possibile per un cane in LIR) e PRIMA SALUKI in Italia con la licenza di Corsa e Coursing.
Shadi e cuccioli
Shadi e cuccioli
Il 13 dicembre 1993 la dolce Shadì diventa mamma di sei splendidi cuccioli (Badawi, Bakhkhara, Basma, Bakura, Baraka e Burkan). Badawi (Beduina) e Bakhkhara (Spray) continuarono a vivere con me ma purtroppo Badawi il 15.4.96 si ammalò di tumore ai polmoni e morì sotto i ferri nel disperato tentativo di un intervento chirurgico.
indietroindietro avantisegue
 

vai su al menu